Configurazione di Reflection per l'autenticazione mediante l'agente di gestione chiavi

Se l'applicazione di Reflection supporta le connessioni Secure Shell, รจ possibile utilizzare questa procedura per configurare Reflection in modo che l'autenticazione venga eseguita mediante l'agente di gestione chiavi.

Per configurare Reflection in modo che l'autenticazione venga eseguita mediante l'agente di gestione chiavi

  1. Aggiungere una chiave privata all'agente di gestione chiavi o importare un certificato.

  2. Configurare l'host:

    Metodo di autenticazione

    fare questo

    Mediante chiavi

    Caricare la chiave pubblica.

    Mediante certificati

    Installare il certificato CA sull'host e configurare l'host per l'autenticazione dell'utente con i certificati (consultare la documentazione del server Secure Shell per ulteriori informazioni).

  3. Eseguire l'applicazione di Reflection in grado di supportare connessioni Secure Shell e aprire la finestra di dialogo Impostazioni Reflection Secure Shell.

  4. Nella scheda Generale, accertarsi che sia selezionata l'opzione Chiave pubblica in Autenticazione utente (per fare in modo che venga utilizzata soltanto l'autenticazione mediante chiave pubblica, deselezionare le altre opzioni).

  5. Fare clic sulla scheda Chiavi utente. Le chiavi e i certificati dell'agente di gestione chiavi di Reflection sono inclusi nell'elenco delle chiavi disponibili.

  6. Nella colonna Utilizza, selezionare la/le chiave/i o il/i certificato/i da utilizzare per autenticare l'host attualmente specificato, quindi fare clic su OK.

NOTA:

  • Le impostazioni di Secure Shell vengono salvate nel file di configurazione di Secure Shell e applicate a uno schema di configurazione di SSH specifico (Se non viene specificato alcuno schema, le impostazioni vengono applicate a tutte le connessioni all'host attuale).

  • Non occorre ripetere la procedura di configurazione del client per le nuove connessioni che utilizzano lo stesso schema di configurazione di SSH (o nome dell'host).