Eseguire altri compiti comuni

Aggiunta di un tasto di scelta rapida che invia caratteri speciali (VT)

È possibile aggiungere un'azione che invia caratteri speciali all'host e quindi mapparla su un tasto di scelta rapida, su un pulsante o su un altro controllo.

Per aggiungere di un tasto di scelta rapida che invia caratteri speciali all'host.

  1. Selezionare Gestisci la mappa della tastiera.

  2. Nella finestra di dialogo Mappa della tastiera, selezionare Modifica il file di mappa della tastiera attualmente selezionato.

  3. Premere la combinazione di tasti da mappare (ad esempio, CTRL+Q).

  4. Fare clic su Seleziona azione e selezionare l'azione Invia testo.

  5. Nell'elenco Seleziona un carattere speciale, scegliere il carattere da inviare.

    NOTA:Se nell'elenco Seleziona un carattere speciale non è presente il carattere che si desidera inviare, è possibile digitare la stringa nel campo Testo da inviare all'host. Ad esempio digitare <ESC>. In alternativa, è possibile tenere premuto il tasto ALT e utilizzare il tastierino numerico per immettere il codice numerico del carattere. Ad esempio, per inviare <ESC>, immettere 027.

Configurazione di un trasferimento di file non FTP

È possibile configurare manualmente le impostazioni di trasferimento dei file nella finestra di dialogo Impostazioni di trasferimento. Le configurazioni eseguite vengono salvate con il documento della sessione.

È tuttavia consigliabile utilizzare una configurazione preimpostata automatizzata.

Per configurare il trasferimento di file

  1. Aprire una sessione di terminale.

  2. Impostazioni trasferimento file

  3. Per la maggior parte dei casi, è possibile configurare il trasferimento di file selezionando una configurazione preimpostata nella scheda Protocollo (ad esempio AS/400).

Modifica della tabella di conversione

Utilizzando la finestra di dialogo Tabelle di conversione, è possibile:

  • Modificare le tabelle utilizzate da Reflection per convertire il set di caratteri del PC in un set di caratteri utilizzato dall'host e viceversa.

  • Utilizzare i set di caratteri attualmente non supportati.

  • Personalizzare Reflection per ambienti host univoci.

Utilizzare le tabelle di conversione quando:

  • È necessario modificare il modo in cui i caratteri vengono convertiti dall'host al PC e viceversa. Tipicamente, le tabelle vengono utilizzate per supportare un set di caratteri dell'host attualmente non disponibile in Reflection. I caratteri nella tabella sono esadecimali.

    - oppure -

  • È necessario modificare il modo in cui i caratteri EBCDIC vengono convertiti dall'host al PC e viceversa per un host Unisys T27. Queste conversioni vengono eseguite oltre alle normali conversioni PC-host e host-PC eseguite da Reflection. I caratteri nella tabella sono esadecimali.

    NOTA:Per utilizzare le tabelle di conversione, la proprietà VBADataStreamTranslation deve essere impostata su true (l'impostazione predefinita è false). Quando Reflection emula un host Unisys T27 la proprietà DataStreamTranslation viene automaticamente impostata su true.

Per aprire la finestra di dialogo Tabelle di conversione

  1. Avviare una sessione VT di Reflection.

  2. Nella barra multifunzione Strumenti, selezionare Visual Basic.

  3. Nell'editor VBA, fare clic con il pulsante destro su Project Legacy, scegliere Insert e quindi Module.

  4. Copiare e incollare il codice VBA seguente nella finestra del codice:

    Sotto traduzione() con sessione .DataStreamTranslation = True .ExecuteBuiltInFunction “Trabelle traduzione" fine con fine sub
  5. Chiudere l'editor VBA.

  6. Nella barra multifunzione Strumenti, fare clic su Esegui macro.

  7. Nella finestra di dialogo Esegui macro, selezionare Macro di una versione precedente di Reflection nel file corrente.

  8. Eseguire la macro Translation.

    Viene visualizzato l'editor delle tabelle di conversione.

Stampa di più schermate per pagina

È possibile impostare la stampa in modo da inviare più stampe di schermate a un file di spooling e stamparle contemporaneamente. Vi è anche la possibilità di inserire un carattere di avanzamento pagina tra le stampe delle schermate oppure lasciare che Reflection stampi su ogni pagina la quantità massima di testo possibile, indipendentemente da dove termina una schermata e inizia la successiva.

Per configurare Reflection per stampare più di una schermata per pagina

  1. Nella finestra Stampa, fare clic su Imposta.

  2. Nella parte inferiore della finestra di dialogo Imposta stampante, nella casella Più schermate per pagina, selezionare Chiudi stampante manualmente.

  3. (Opzionale) Se si desidera aggiungere un avanzamento pagina tra le stampe di ogni schermata, selezionare Avanzamento pagina automatico.

  4. Per ogni schermata da stampare, accedere alla schermata, quindi nel Menu dell'area di lavoro Il menu dell'area di lavoro contiene le opzioni di layout, le impostazioni dell'applicazione e dei documenti e un elenco di documenti recenti. È possibile accedervi facendo clic sul pulsante Reflection (quando si utilizza l'aspetto Office 2007) o dal menu File (quando si utilizza l'aspetto Office 2010). , scegliere Stampa.

    Dopo la stampa della prima schermata, sulla barra di stato viene visualizzato il pulsante Chiudi stampante.

  5. Al termine della stampa, fare clic su Chiudi stampante.

    NOTA:Ogni schermata inviata alla stampante viene inviata a un file di spooling finché non si fa clic su Chiudi stampante.

Impostazione di una stampante di Windows predefinita

È possibile specificare quale stampante di Windows utilizzare per la sessione.

Per impostare la stampa

  1. In Impostazioni stampante, selezionare Configura Impostazioni stampante.

  2. Nella finestra di dialogo Imposta stampante, selezionare la stampante da utilizzare.

Utilizzare File dell'Host Personalizzati

Questa modifica influisce solo sulle funzioni incluse nell'installazione iniziale. Questi file vengono utilizzati per specificare i nomi dell'host visualizzati nell'elenco Nome host/indirizzo IP nella finestra di dialogo Impostazioni.

Il percorso al file dell'host personalizzato è specificato nel valore per l'impostazione registro HKCU\Sofware\WRQReflection\Rwin\Global. Questa impostazione del registro è installata soltanto nelle versioni precedenti di Reflection. Non è parte della installazione di Reflection.

Se il valore di questa impostazione è "" (predefinito) o l'impostazione non è nel registro, tutti i nomi nel file locale dell'host di sistema sono visualizzati nell'elenco Nome host/Indirizzo IP.

NOTA:Windows può risolvere i nomi dell'host nel file dell'host personalizzato soltanto se questi nomi sono nomi di dominio validi o nomi che si trovano nel file locale dell'host. Windows non utilizza i file dell'host personalizzati per risolvere indirizzi IP.

Formato dei file dell'host

Il file dell'host personalizzato deve avere il seguente formato:

<IPv4 or IPv6 address> <host name>

Esempio:

127.0.0.1 localhost :: localhost

L'informazione del nome dell'host viene utilizzata per completare l'elenco Nome host/indirizzo IP nella finestra di dialogo Impostazioni.

L'indirizzo IP non è rilevante se il file host specificato non coincide con il file host del sistema Windows.

Per generare una traccia HLLAPI

HLLAPI è una API standard per l'automazione delle attività del terminale. Una traccia HLLAPI visualizza le chiamate HLLAPI dell'applicazione, inclusi i codici di ritorno. Si può utilizzare il tracciamento per la risoluzione dei problemi con l’applicazione HLLAPI e per inviare il file generato all’assistenza clienti.

Per creare una traccia HLLAPI

  1. Nella finestra di dialogo impostazioni area di lavoro di Reflection, selezionareconfigura attributi area di lavoro. Selezionare quindi attiva accesso HLLAPI e specificare un nome file log HLLAPI in un’ubicazione dove si hanno i permessi adeguati per creare e salvare un file.

  2. Nell'area di lavoro di Reflection, aprire o creare un documento sessione per connettersi all'host IBM r avviare l’applicazione HLLAPI. Eseguire le azioni da registrare nella traccia.

  3. Chiudere l'applicazione HLLAPI.

    Il file traccia viene salvato automaticamente come hllapi.log nella cartella selezionata nel riquadro file log HLLAPI.